“Volta la carta 1822-2022”, la mostra in un catalogo

Un catalogo racconta la mostra curata dal Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino dal titolo “Volta la carta 1822-2022. Duecento anni di cartografia geologica delle Dolomiti nell'area del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino” allestita nel corso dell’estate a Villa Welsperg e visitabile ancora per tutto ottobre.

È stato curato curato da Fabrizio Bizzarini formatosi come ricercatore e docente presso l’Istituto di geologia dell’Università di Padova che per il Parco ha scritto in passato il Quaderno dedicato alla geologia e da Guido Roghi, ricercatore presso l’Istituto di Geoscienze e Georisorse del CNR di Padova.

In copertina la Carta geologica disegnata a mano da Leopold von Buch “Esquisse d’une Carte Geologique de la partie orientale du Trentino”, che venne editata a Parigi nel 1822 ed è la prima carta geologica a comprendere le Dolomiti.

Sono passati duecento anni, e questo catalogo ci restituisce una lunga e straordinaria storia di uomini e donne che hanno amato, studiato e interpretato la geologia di queste montagne. Il catalogo ripercorre questa storia evidenziando come lo studio della geologia di un luogo sia sempre un’impresa collettiva che si sviluppa nel tempo e nello spazio. Ed in particolare nell’area delle Dolomiti, è stata capace di fondere insieme le esperienze di geologi di scuola germanica e mediterranea, malgrado gli eventi bellici e le diverse formazioni culturali.

La mostra e la pubblicazione hanno avuto il patrocinio della Società Geologica Italiana, della Biblioteca di geoscienze dell’università di Padova e della Fondazione Dolomiti Unesco e con la collaborazione della Fondazione Museo Civico di Rovereto.

Il catalogo è in vendita ad euro 10,00 presso il Centro Visita di Villa Welsperg e nel negozio virtuale nel sito del Parco: www.parcopan.org

Potrebbero interessarti anche queste notizie:

Condividi questa pagina