“Impronta ecologica&co.”

Proseguiranno per terminare, nella prima parte del 2011, le attività e le iniziative previste dal progetto

Iniziato nel 2010, il progetto “Impronta ecologica&co.”, promosso da Parco, è rivolto alla sensibilizzazione dei residenti e dei fruitori dell’area protetta sui temi ambientali e la promozione dell’uso sostenibile delle risorse.

Per calcolare il valore di Impronta ecologica di una popolazione è necessario conoscerne i consumi e le abitudini di vita. Per questo, nel corso dello scorso anno, è stato somministrato a residenti e turisti un questionario volto a caratterizzare i consumi di quei beni che maggiormente concorrono al calcolo dell’impronta ecologica.

Il progetto ha visto anche la somministrazione del questionario telefonico ad un campione scelto tra i residenti dei territori del Parco.

I dati raccolti sono, in questa fase, oggetto di analisi e serviranno per calcolare il valore di impronta ecologica a livello locale.

Per approfondire il progetto consulta l’apposita sezione del Sito.

Parallelamente sono continuati con il calcolo della capacità biologica (o biocapacità) dei territori dei 10 comuni facenti parte dell’ente Parco, giungendo a risultati sorprendenti. Eccoli:

La biocapacità

La biocapacità (o capacità biologica) descrive la quantità di terreni e superfici acquatiche produttive compresi all’interno di un determinato territorio. La biocapacità del territorio del Parco Naturale “Paneveggio – Pale di San Martino” e dei comuni è che ne fanno parte è stata calcolata mediante l’utilizzo di particolari programmi di elaborazione cartografica. Il territorio è stato suddiviso in particolari categorie produttive (suolo agricolo, superficie a pascolo, foresta, ….) e attraverso dei calcoli più o meno complicati si determina la biocapacità di un determinato territorio.

Di seguito le biocapacità dei 10 comuni dell’Ente Parco di Paneveggio, espresse in ettari globali.

 

Potrebbero interessarti anche queste notizie:

Condividi questa pagina