Vai al contenuto Vai al menu Vai al menu delle pagine Vai al menu di sezione
Dolomiti Unesco World Natural Hertage
Home » Visita » Proposte per vivere il… » Vademecum per la visita » Pianificazione faunistica, caccia e pesca
 

Pianificazione faunistica, caccia e pesca

Al fine di realizzare un equilibrio tra fauna selvatica ed ambiente nel territorio del Parco, a seguito di precisi censimenti delle specie cacciabili, il Comitato di Gestione predispone un piano faunistico approvato dalla Giunta provinciale nel rispetto del quale, tenuto conto di particolari prescrizioni relative alle riserve integrali e speciali, l'esercizio della caccia e della pesca, viene esercitato da parte degli aventi diritto

  • nelle riserve integrali l'esercizio della caccia è consentito solo per la selezione degli ungulati diretta al controllo delle popolazioni o per sopravvenute esigenze zoosanitarie, mentre l'esercizio della pesca è vietato;
  • nelle riserve speciali il Piano di Parco può disporre un divieto assoluto oppure limitazioni specifiche all'esercizio della caccia e della pesca.

Al di fuori delle riserve integrali e speciali esistono precise prescrizioni contenute nella carta ittica relative all'esercizio della pesca.
Nel territorio del Parco coincidente con quello delle foreste demaniali provinciali, la cattura e l'abbattimento della fauna selvatica sono ammessi solamente per attività di ricerca scientifica, per esigenze zoosanitarie e per il mantenimento dell'equilibrio ecologico, sulla base di apposito Piano faunistico.