Vai al contenuto Vai al menu Vai al menu delle pagine Vai al menu di sezione
Dolomiti Unesco World Natural Hertage
Home » Territorio
 

Territorio

Il territorio del Parco Naturale Paneveggio si trova in un'area ricca di grandi contrasti, al suo interno le pareti rosate delle Dolomiti si contrappongono alle rocce scure punteggiate di laghetti di origine glaciale del Lagorai e di Cima Bocche, più in basso verdi foreste e i pascoli delle malghe.

Per consentire una lettura più immediata e intuitiva del territorio è stato deciso di descrivere brevemente i principali ambienti che si trovano all'interno del parco, elencando le loro caratteristiche peculiari, pur nella consapevolezza che gli animali, i fiori, i segni della storia geologica e le tracce della cultura, non rispettano confini, ma s'intrecciano, si sovrappongono, debordano da un versante all'altro.

Laghi di Colbricon
Un agile volume del Parco racconta la cronaca della scoperta e dei primi studi
La foresta di Paneveggio
La foresta di Paneveggio è conosciuta anche come la foresta dei violini per l'uso del suo legno per la costruzione delle casse armoniche
Le Pale di San Martino viste dal Lagorai
È stato definito dai primi viaggiatori ottocenteschi il più selvaggio e sterile dei deserti. È lungo 10 km e largo 5 solo in parte compreso nel parco.
Le Pale di San Martino viste dal Lagorai
Il Lagorai e il massiccio di Cima Bocche sono le ultime propaggini delle montagne scolpite nel banco di vulcaniti della "Piattaforma porfirica atesina".
Pradi de Tognola (Vanoi)
Due valli dal fascino particolare dalla storia politico-economica coincidente nonostante la differente localizzazione sul territorio
Ghiacciaio della Fradusta
Il ghiacciaio della Fradusta La Fradusta è un modesto ghiacciaio d'altopiano, con notevoli morene frontali. Queste sono determinate sia dall'erodibilità…
Geologia
Le Pale di San Martino A lungo la regione delle Pale di San Martino rappresentò - come si è visto - una zona di confine fra terre emerse e…