Vai al contenuto Vai al menu Vai al menu delle pagine Vai al menu di sezione
Dolomiti Unesco World Natural Hertage
Home » Comunicazione » Mostre disponibili » I Chirotteri del Parco (2006)
 

I Chirotteri del Parco (2006)

Nella primavera 2001 il Parco ha avviato, in collaborazione con l'Università di Padova, una ricerca sulla chirotterofauna del Parco con lo scopo di censire le specie di pipistrelli presenti, studiarne la distribuzione e proporre eventuali linee di conservazione.

Dai 5 anni di ricerca, nel 2006 ne è scaturita anche una mostra curata dagli stessi ricercatori Paolo Paolucci e Miriel Martini. L'allestimento, oltre che illustrare le 11 specie di Chirotteri rilevate nel Parco attraverso le bellissime tavole di Paolucci con relative descrizioni dettagliate, foto e campioni in pelle, si riportano notizie sui metodi utilizzati (rilievo dei suoni emessi durante i voli di spostamento e di caccia; cattura per mezzo di reti fisse e di retini a mano; osservazioni dirette notturne con strumenti ottici. identificazione e ispezione dei siti riproduttivi e di svernamento) e sugli ambienti analizzati e frequentati dai pipistrelli, dai fondovalle alle alte quote.

I pannelli sono autoportanti in legno con struttura a libro, la stampe sono state realizzate su pellicola vinilica adesiva applicata su forex.

Alla parte strettamente scientifica si aggiunge un'interessante sezione sul riconoscimento delle varie specie, sulla loro importanza ecologica e la loro protezione e sui consigli per avvicinarsi a questi interessantissimi animali senza paura e pregiudizi e per fornire, anzi, un contributo alla ricerca.

La mostra è stata allestita nell'estate del 2006 negli spazi espositivi di Villa Welsperg, è stata poi riproposta nel Museo delle scienze di Predazzo e nella Scuola primaria di 1°di Tonadico.

La ricerca è pubblicata nel volume 7 della Collana dei Quaderni del Parco.